Ritrovare Venezia

L'arrivo dal Canal Grande, l'attracco privato, l'androne, le sale e i piani nobili, i mezzanini... oggi è un hotel, Amanresort ma il suo nome originale è Palazzo Papadopoli, lo potete riconoscere dai due pinnacoli a forma di obelisco che troneggiano sul tetto. Venne edificato nella seconda metà del XVI secolo su progetto del bergamasco Gian Giacomo dei Grigi  per commissione della famiglia Coccina, sempre di provenienza bergamasca e trasferitasi a Venezia, diventando parte del patriziato della città. Dopo essere stato la dimora dei Coccina, passò ai Tiepolo di Sant'Aponal, e nel Settecento venne decorato al secondo piano nobile da Giambattista Tiepolo. Diversi proprietari si avvicenderanno lungo il XIX secolo, finché l'edificio diventa sede della famiglia dei conti Niccolò ed Angelo Papadopoli nel 1864. Su loro commissione l'architetto Girolamo Levi interviene sulla struttura cinquecentesca secondo uno stile neoclassico ed elaborando alcuni ambienti interni secondo il gusto rococò; farà poi costruire un'intera ala e aggiungerà un ampio giardino con affaccio sempre sul Canal Grande. E' questo forse che oggi lo rende ancora più speciale: una vista inedita, un luogo magico, la nicchia opulente per rivivere una Venezia che fu.

Progetto di restauro a cura di Denniston Architects.










 







Commenti

Post più popolari